Jessica-Servidio_Suture

Suture: prosa e poesia s’incontrano in Jessica Servidio

Suture di Jessica Servidio, che incrociando prosa e poesia, immagine e metafora, esempio, flashback, stridenti sovrapposizioni e mesti ricordi, cattura in ogni pagina perché ogni pagina è una sutura e una ricomposizione. Motivo per cui non esistono tematiche nel libro: il trauma, l’aborto, l’amore omosessuale, la violenza, la malattia… nulla è mai fine a se stesso e nulla è giudizio, ma solo vita. Edito da CartaCanta e in libreria dal 17 febbraio.

Una mappatura delle relazioni umane

Una prosa che segue più la logica del diario che della poesia, anche se di quest’ultima ne conserva il simbolismo, la metafora e la libera associazione. Suture è anche il percorso di un ritorno alla dimensione del corpo. Non è interessato alla singola storia di una soggettività ma alla carne di cui è composta. Più che di particolareggiare una biografia, l’opera di Servidio procede ricomponendo frammenti di una protagonista di cui non è dato sapere il nome. Ce l’hanno invece gli altri personaggi, che pure si dispongono a tracciare i suoi confini. Una mappatura di alcune delle possibili relazioni umane: da quelle genitoriali delle origini, alle successive. In alcune di esse si rintracciano i temi dell’abuso, dell’aborto, dell’amore omosessuale. Del rapporto terapeutico paziente-analista, del trauma che frammenta e allontana dalla propria autopercezione. Della pandemia.

Suture: genesi di malattia e guarigione

Qui si apre la postilla dell’ambientazione: Suture è possibile in ogni luogo, eccezion fatta per il tempo presente. Relazioni come ferite e punti di sutura, genesi di malattia e guarigione, così come le sezioni in cui è diviso. Strappo, incentrato sulle radici in termini di dinamiche familiari, acquisizione del Sé, nascita simbolica oltre a quella fisica. Stagno, sugli amori a ripetere, che nel susseguirsi delineano la coazione traumatica delle origini fino al filo della parola condivisa. Capitolo terzo, Verbo. Per arrivare alla parola scritta, Filo. O sullo scrivere. Fino a Corpo, ultima sezione, che si scopre di poter ancora incarnare.


Jessica-Servidio_SutureScheda Libro

Autore: Jessica Servidio

Titolo: Suture

Prezzo:€ 14.00

Pagine: 154

Editore: CartaCanta

Data di uscita: 17 febbraio 2023


Jessica Servidio (Urbino, 1994), psicologa clinica, attualmente lavora come operatrice di comunità
socio-sanitaria. Lo scopo del suo scrivere in parte ruota attorno ad una funzione integrativa tra parti del Sé, una ricongiunzione alla carne tramite la carta su cui traccia mappa di ricerca. Ma non solo. In quell continua ricerca di soggettività, albergano altresì le ritrovate similitudini che avvicinano, che ci confondono agli altri. Talvolta di alcuni ne si leggono le opere per tornare a leggere di sé. S’interessa dell’umano nel suo scibile a partire da quello che è un funzionamento della mente su chiave empirica per culminare con tutti quegli aspetti che più connotano il femminile.

Pubblicato in Novità in libreria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *